martedì 26 dicembre 2006

MelisWeb.EU

E' finalmente on line un nuovo dominio! Dopo varie peripezie e litigi con Aruba.it per la loro poca professionalità ed efficenza (se avessero dei sistemi automatici che non partono la notte per registrare i nomi a dominio adesso sarei il possessore di MELIS.EU) sono "contento" per aver registrato questo nuovo dominio che verrà aggiunto agli altri. Whois: MelisWeb.EU

mercoledì 20 dicembre 2006

L'Open2007!

Secondo Unisys il 2007 sarà l'anno della consacrazione per il settore open source che raggiungerà la piena maturità.

Per il 2008 la società americana prevede che il mercato open source raggiungerà i 40 miliardi di dollari.

Il miglioramento del settore avrà un forte impulso anche dall'accordo intrapreso quest'anno tra Microsoft e Novell.

Già quest'anno, secondo Unisys, si è registrato un forte interesse nell'open source che sta guadagnando clienti e aziende che decidono di fornire assistenza in questo campo. Il timore è che ci possano essere per le aziende problemi di integrazione con la propria infrastruttura IT.

Per affermarsi, dunque, l'open source dovrà prevedere maggiore supporto ai propri clienti e far conoscere le caratteristiche di integrabilità proprie delle soluzioni aperte.

domenica 17 dicembre 2006

UOMO DELL'ANNO 2006? NOI INTERNAUTI!

Come ogni anno, la prestigiosa rivista Time ha eletto la persona dell'anno per il 2006 che, contrariamente ad ogni aspettativa, ha visto trionfare "le istituzioni e cittadini della nuova democrazia digitale".

Il riconoscimento, secondo il Time, "va a tutti noi" perchè "se scegli un individuo, deve giustificare in che modo quella persona influisce su milioni di altre persone. Ma se scegli milioni di persone, non devi giustificare nulla".

"Per aver preso le redini dei media globali, per aver fondato e aver dato forma alla nuova democrazia digitale, per aver lavorato gratis e aver battuto i professionisti al loro stesso gioco, la Persona dell'Anno 2006 di Time siete voi", scrive sulla rivista Lev Grossman, la cui copertina presenta uno specchio "perché riflette letteralmente l'idea che voi, non noi state trasformando l'era dell'informazione".

Grazie a siti come YouTube, Wikipedia, MySpace e Flickr, spiega il Time, la rivoluzione sul Web ha avuto una svolta e l'aggiornamento delle informazioni che circolano in Rete non è più affidata esclusivamente ai professionisti dei media, ma a chiunque abbia una connessione Internet e la capacità di usarla.

Ventisei sono le personalità comprese nella lista delle persone che hanno avuto importanza nel 2006 anche se Richard Stengel, direttore editoriale di Time, ha dichiarato che se avesse dovuto scegliere una sola persona come la più importante del 2006 avrebbe sicuramente scelto il presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad.

Non è la prima volta che la scelta di Time non cade su individuo specifico ma sulla collettività: nel 1966 toccò alla generazione degli under 25, nel 1975 alle donne americane e nel 1982 al computer.

Lo scorso anno furono nominare persone dell'anno 2005 Bill e Melinda Gates insieme Bono Vox per le loro attività filantropiche.

Ma quest'anno per il Time persone dell'anno siamo tutti noi!

venerdì 15 dicembre 2006

Gestione DateTime con OleDb Data Provider

Negli ultimi giorni avevo un "piccolo" problema con la gestione delle date con OleDB Provider di .NET 2.0. Ogni volta che cercavo di memorizzare una data nel DB mi dava un'errore OleDb. Il codice che usavo era il seguente: ... ... System.Data.OleDb.OleDbParameter parametro = new System.Data.OleDb.OleDbParameter("@dataDaSalvare", System.Data.OleDb.OleDbType.Date); parametro.Value = System.DateTime.Now; param.Direction = System.Data.ParameterDirection.Input; command.Parameters.Add(parametro); command.ExecuteNonQuery(); --> Throw Error! ... ... Dopo vari tentativi ho risolto usando un piccolo trucco: ... ... System.Data.OleDb.OleDbParameter parametro = new System.Data.OleDb.OleDbParameter("@dataDaSalvare", System.Data.OleDb.OleDbType.Double); parametro.Value = System.DateTime.Now.ToOADate(); param.Direction = System.Data.ParameterDirection.Input; command.Parameters.Add(parametro); command.ExecuteNonQuery(); --> OK! ... ... Se avete una soluzione + pulita fatemelo sapere!!!

Rilasciata la Release Candidate di ASP.NET AJAX

E' stata resa disponibile l'ultima versione di ASP.NET AJAX (Ex ATLAS), il framework targato Microsoft per realizzare applicazioni che sfruttino la potenza di AJAX. Come logica vuole, questa release non apporta nessuna nuova feature e nessun taglio rispetto alla Beta2, ma corregge solo alcuni errori ed introduce un Breaking Change: sia il nome dell'assembly del framework che i namespace in esso contenuti sono stati modificati da Microsoft.Web.* a System.Web.* per semplificare l'integrazione con la prossima versione ASP.NET. Sono state anche rilasciate la nuova CTP del pacchetto Future (che contiene tutte le feature presenti nelle precedenti CTP ma tagliate dalla versione core) e dell'AjaxControlToolkit. ajax.asp.net: si accede al sito del progetto. http://www.microsoft.com/downloads/details.aspx?FamilyId=8FA6E076-582B-440F-95CB-C40ED23FDF59&displaylang=en: link diretto al download. Alcune Demo: Animation, Validator.

martedì 5 dicembre 2006

Ma la Google generation è davvero pronta per il mondo del lavoro?

Puoi chiamarla Google generation, definirla età dei Millennials, etichettare i suoi appartenenti come digital native: comunque sia, stai parlando di tutti i giovani che fin dalla più tenera erà hanno vissuto in simbiosi pervasiva con il computer, Internet, il cellulare, le console e tutti gli altri oggetti tecnologici che hanno fatto parte del loro naturale processo di crescita e di apprendimento. Dei fenomeni correlati all'evoluzione di questi individui si è detto e scritto a più non posso, senza però entrare mai per davvero nel merito di un aspetto cruciale, quello che riguarda il loro approccio con il mondo del lavoro nel momento in cui si affacceranno alle sue porte.

Creare un blog: corso multimediale

Per riflettere sulla questione, Xerox ha commissionato alla specializzata Forrester Consulting uno studio teso a verificare come e quanto le aziende europee siano pronte a soddisfare le esigenze e gli stili di lavoro della nuova generazione nata e cresciuta nel pieno dell'era digitale. La risposta più generale ai quesiti emersi da questa riflessione è negativa: sebbene siano stati indubbiamente compiuti molti passi in avanti, la crescente richiesta di flessibilità e di miglioramento dell'equilibrio tra vita professionale e personale è ancora in larga parte insoddisfatta.

Intitolato "Is Europe ready for Millennials", lo studio di Forrester si è basato su un campione di circa 1.600 top manager di 16 Paesi europei. Ad emergere sono state innanzitutto diverse carenze, da parte delle aziende interpellate, nella pianificazione del monitoraggio di siti, gruppi di discussione, forum, blog, nonché nell'essere in grado di contribuire con questo genere di risorse per trarre spunti nel migliorare e riorganizzare la gestione del business. Per riassumere tutte queste dinamiche, la società di ricerche ha coniato anche la locuzione di "dislessia digitale", sindrome che, a sua detta, si manifesterebbe in ogni circostanza in cui si verificasse l'esigenza di adottare tecnologie legate al social computing.

Nella sua interprestazione all'indagine, Xerox ha tratto come conclusione il fatto che le aziende sono riuscite a compiere adeguatamente nel settore delle risorse umane solo quei cambiamenti con i quali la maggior parte dei manager riesce a rapportarsi facilmente, vedi, per esempio il lavoro flessibile. Ma quando le modifiche richiedono invece l'adattamento a un modo di lavorare che è stato reso possibile solo dalle nuove tecnologie emerse nell'ultimo decennio, cominciano i dolori. Per esempio, una percentuale sorprendentemente elevata di aziende consente al proprio personale di lavorare con orari flessibili (76 per cento) e, occasionalmente, anche lontano dall'ufficio (67 per cento), mentre sono ancora molto poche le realtà in grado di erogare quegli strumenti di cui i "Millennial" hanno bisogno per supportare il lavoro remoto, a meno che non si tratti di tool estremamente affermati e già presenti nel bagaglio di esperienze consumer delle persone. Telefono cellulare e Pc portatile risultano essere le uniche tecnologie mobili fornite da molte aziende, mentre solo una piccola minoranza aggiunge anche i Pda (11 per cento) e i dispositivi wireless per la posta elettronica (10 per cento). Similmente, quando si analizzano gli stili di lavoro e l'infrastruttura dell'ufficio emerge come i portali basati su browser e la possibilità di stampare quantità di carta illimitate sono le risorse a disposizione della maggior parte delle persone (61 per cento); tuttavia solo il 5 per cento degli interpellati lavora in aziende che forniscono lettori MP3/4 e solo il 15 per cento ha accesso a contenuti webcast.

Rogerio Fangueiro, General Manager della Southern Entity di Xerox Europe, ha dichiarato: "Le aziende che non riescono a rispondere alle esigenze basilari di una forza lavoro operante all'interno di una società dell'informazione sempre online saranno svantaggiate. Faranno fatica a trattenere i nuovi assunti e capire le necessità delle prossime generazioni di partner e clienti”.

Tra le azioni che, in coda all'analisi, la ricerca suggerisce di compiere al fine di colmare il gap, c'è per esempio l'individuazione di opportunità di utilizzo e di gioco con le nuove tecnologie. Attraverso la sperimentazione dei nuovi strumenti, i Millenial possono infatti imparare e fornire valide indicazioni, suggerendo alle aziende anche nuovi modi con cui utilizzarli.

Un altro precetto riguarda l'introduzione di attività di lavoro che comportino istanze collaborative, mediante gruppi online, di discussione, comunità dedicate e, più in generale, ogni veicolo di questo tipo che agevoli nell'acquisizione e nella condivisione della conoscenza. Infine, la rapidità nell'introduzione delle nuove tecnologie e la consapevolezza che esse siano un elemento in grado di facilitare le interazioni umane, più che un mezzo per risolvere problemi di processi di business legati a persone o ad aspetti organizzativi.

Fonte: Panorama

martedì 28 novembre 2006

Accetta il consiglio... Per questa volta.

Big Kahuna. Il monologo

Goditi potere e bellezza della tua gioventù. Non ci pensare. Il potere di bellezza e gioventù lo capirai solo una volta appassite. Ma credimi tra vent'anni guarderai quelle tue vecchie foto. E in un modo che non puoi immaginare adesso. Quante possibilità avevi di fronte e che aspetto magnifico avevi! Non eri per niente grasso come ti sembrava.

Non preoccuparti del futuro. Oppure preoccupati ma sapendo che questo ti aiuta quanto masticare un chewing-gum per risolvere un'equazione algebrica. I veri problemi della vita saranno sicuramente cose che non ti erano mai passate per la mente, di quelle che ti pigliano di sorpresa alle quattro di un pigro martedì pomeriggio. Fa' una cosa ogni giorno che sei spaventato: Canta!

Non essere crudele col cuore degli altri. Non tollerare la gente che è crudele col tuo. Lavati i denti. Non perdere tempo con l'invidia: a volte sei in testa, a volte resti indietro. La corsa è lunga e, alla fine, è solo con te stesso. Ricorda i complimenti che ricevi, scordati gli insulti. Se ci riesci veramente, dimmi come si fa... Conserva tutte le vecchie lettere d'amore, butta i vecchi estratti-conto. Rilassati!

Non sentirti in colpa se non sai cosa vuoi fare della tua vita. Le persone più interessanti che conosco a ventidue anni non sapevano che fare della loro vita. I quarantenni più interessanti che conosco ancora non lo sanno. Prendi molto calcio.

Sii gentile con le tue ginocchia, quando saranno partite ti mancheranno. Forse ti sposerai o forse no. Forse avrai figli o forse no. Forse divorzierai a quarant'anni. Forse ballerai con lei al settantacinquesimo anniversario di matrimonio. Comunque vada, non congratularti troppo con te stesso, ma non rimproverarti neanche: le tue scelte sono scommesse, come quelle di chiunque altro.

Goditi il tuo corpo, usalo in tutti i modi che puoi, senza paura e senza temere quel che pensa la gente. E' il più grande strumento che potrai mai avere. Balla! Anche se il solo posto che hai per farlo è il tuo soggiorno. Leggi le istruzioni, anche se poi non le seguirai. Non leggere le riviste di bellezza: ti faranno solo sentire orrendo.

Cerca di conoscere i tuoi genitori, non puoi sapere quando se ne andranno per sempre. Tratta bene i tuoi fratelli, sono il miglior legame con il passato e quelli che più probabilmente avranno cura di te in futuro. Renditi conto che gli amici vanno e vengono, ma alcuni, i più preziosi, rimarranno. Datti da fare per colmare le distanze geografiche e gli stili di vita, perché più diventi vecchio, più hai bisogno delle persone che conoscevi da giovane.

Vivi a New York per un po', ma lasciala prima che ti indurisca. Vivi anche in California per un po', ma lasciala prima che ti rammollisca. Non fare pasticci con i capelli: se no, quando avrai quarant'anni, sembreranno di un ottantacinquenne.

Sii cauto nell'accettare consigli, ma sii paziente con chi li dispensa. I consigli sono una forma di nostalgia. Dispensarli è un modo di ripescare il passato dal dimenticatoio, ripulirlo, passare la vernice sulle parti più brutte e riciclarlo per più di quel che valga. Ma accetta il consiglio... per questa volta.

Sassi e Tempo

Un giorno un anziano professore fu contattato per una lezione sulla gestione efficace del tempo da tenere a un gruppo di una quindicina di dirigenti di grosse società americane.
Questa lezione si sarebbe svolta nell’ambito di un corso intensivo di formazione e il professore aveva a sua disposizione solo un’ora per trattare il suo argomento.
In piedi, davanti a questo gruppo scelto (uomini attenti e pronti a prendere appunti per non perdere nulla di quello che l’esperto avrebbe loro insegnato) il vecchio professore guardò questi uomini uno per uno, lentamente, poi disse loro: “Faremo un esperimento”.
Da sotto il tavolo che lo separava dagli allievi il vecchio professore tirò fuori un grosso vaso di vetro (della capacità di circa 25 litri) e lo mise delicatamente davanti a sé.
Quindi sempre da sotto il tavolo tirò fuori una quindicina di sassi grossi all’incirca come palle da tennis e li mise uno per uno nel vaso.
Quando il vaso fu pieno fino all’orlo, alzò lo sguardo verso gli allievi e domandò: “Pensate che il vaso sia pieno? “Tutti risposero:sì”.
Aspettò qualche secondo e disse: “Davvero?”.
Allora si chinò di nuovo e tirò fuori da sotto il tavolo un recipiente pieno di ghiaia.
Con attenzione versò la ghiaia sopra i sassi poi agitò leggermente il vaso e la ghiaia si infiltrò tra i sassi fino a raggiungere il fondo del vaso.
Il vecchio professore alzò ancora lo sguardo verso l’uditorio e chiese di nuovo: “Pensate sia pieno il vaso?”.
Questa volta i suoi allievi iniziarono a comprendere l’inghippo.
Uno rispose: “Probabilmente no?”.
“Bene!” rispose il vecchio professore si chinò di nuovo e questa volta tirò fuori da sotto il tavolo una ciotola piena di sabbia con molta attenzione versò la sabbia nel vaso.
La sabbia riempì gli spazi fra la ghiaia e i sassi.
Di nuovo domandò: “Pensate sia pieno il vaso?”.
Questa volta senza esitazione gli allievi risposero in coro “No!”.
“Bene!” rispose il vecchio professore e come prevedevano i suoi allievi prestigiosi prese un bricco d’acqua che era sotto il tavolo e riempì il vaso fino all’orlo.
Il vecchio professore alzò allora lo sguardo verso il gruppo e domandò: “Che grande verità ci mostra questo esperimento?”.
Il più audace degli allievi pensando al tema della lezione rispose: “Anche quando si crede che la nostra agenda sia completamente piena, se si vuole si può aggiungere qualche appuntamento, è possibile trovare ancora degli spazi di tempo”.
“NO” rispose il vecchio professore “Non è questo!”.
La grande verità che questo esperimento vuole mostrarci è la seguente: “Se non si mettono per primi nel vaso i grossi sassi, in seguito non sarà mai più possibile farli entrare tutti...”.
Ci fu un silenzio profondo durante il quale ognuno prese coscienza della cosa.
L’anziano professore quindi aggiunse: “Quali sono i grossi sassi della vostra vita? La salute? La famiglia? Gli amici? Realizzare dei sogni? Fare ciò che vi piace? Conoscere? Difendere una causa? Rilassarvi? O altro? Se si dà priorità ai dettagli alle bazzecole (ghiaia, sabbia, acqua) si riempirà la vita di cose trascurabili e non ci sarà abbastanza tempo da dedicare alle cose importanti.
Quali sono i grossi sassi della vostra vita? Metteteli per primi nel vostro vaso”.
Con un gesto di saluto il professore salutò gli allievi e lentamente lasciò la sala.

L'autore originale di questo racconto è Andrea Saviano e il racconto originale è "I nostri sassi e il tempo"

I sogni non hanno prezzo...

Un sito dove poter scegliere qualsiasi tipo di esperienza da regalarsi o da regalare: masaggi a domicilio, voli in mongolfiera, corsi di qualsiasi genere, discese di rafting...e c'è proprio una sezione dedicata agli appassionati di motori! Per esempio, nella sezione "charmed", si possono trovare massaggi di ogni genere, percorsi rigeneranti, trattamenti speciali per il corpo, manicure, pedicure...e tanto altro! Per i prossimi compleanni o anche per Natale, saprò dove trovare regali originali senza faticare!!

Davvero un ottimo sito, per tutti i portafogli!

Link: http://www.elation.it/

Aggiungo un'altro sito che mi è stato segnalato da fredchen:
Regali24

Se avete altri siti da segnalare fatelo che, quando ce ne saranno abbastanza, stileremo una classifica dei migliori

ANTISFIGA 2007

Anti Sfiga 2007 Questo è l'antisfiga per il 2007.

Mandalo a 10 persone entro 1 ora. E ti porterà fortuna.

Buona giornata

Notte di scontri su Travian

Inviati: a 27.11.06 alle 21:59:58 ore Attaccante (Romano) Mephy dal villaggio Malanthan Truppe 1.515 => 773 ( 742 ) 2 => 1 ( 1 ) 606 => 309 ( 297 ) Ruba - 6.460 3.622 295 12.543 - 38,0% sul massimo razziabile Difensore (Romano) amelix dal villaggio 01 - SaiWa Truppe 95 => 47 ( 48 ) 1.836 => 899 ( 937 ) 762 => 373 ( 389 ) 50 => 24 ( 26 ) Attaccante Consumo di grano prima della battaglia 3.945 dopo la battaglia 2.012 Risorse perse - 275.200 309.240 393.740 112.920 - Totale 1.091.100 Difensore Consumo di grano prima della battaglia 2.793 dopo la battaglia 1.367 Risorse perse - 161.450 193.010 240.770 99.670 - Totale 694.900 Totale grano consumato prima della battaglia 6.738 Totale risorse perse nello scontro 1.786.000
Inviati: a 27.11.06 alle 22:00:27 ore Attaccante (Teutone) MATTO dal villaggio Villaggio dei MATTI Truppe 970 => 462 ( 508 ) 636 => 303 ( 333 ) Ruba - 8 8 8 28 - 0,1% sul massimo razziabile Difensore (Romano) amelix dal villaggio 01 - SaiWa Truppe 47 => 0 ( 47 ) 897 => 0 ( 897 ) 373 => 0 ( 373 ) 24 => 0 ( 24 ) Attaccante Consumo di grano prima della battaglia 2.878 dopo la battaglia 1.371 Risorse perse - 215.890 232.455 246.200 62.200 - Totale 756.745 Difensore Consumo di grano prima della battaglia 1.365 dopo la battaglia 0 Risorse perse - 154.650 184.830 230.790 95.470 - Totale 665.740 Totale grano consumato prima della battaglia 4.243 Totale risorse perse nello scontro 1.422.485
Inviati: a 27.11.06 alle 22:00:31 ore Attaccante (Teutone) MATTO dal villaggio Villaggio dei MATTI Truppe 202 => 194 ( 8 ) 10 => 10 ( 0 ) 40 => 38 ( 2 ) Info Murata danneggiato dal livello 20 al livello 19 Granaio danneggiato dal livello 20 al livello 9 Ruba - 1 1 1 0 - 0,0% sul massimo razziabile Difensore (Romano) amelix dal villaggio 01 - SaiWa Truppe Nessuna truppa Attaccante Consumo di grano prima della battaglia 472 dopo la battaglia 452 Risorse perse - 2.560 3.000 1.520 440 - Totale 7.520 Difensore Consumo di grano prima della battaglia 0 dopo la battaglia 0 Risorse perse - 0 0 0 0 - Totale 0 Totale grano consumato prima della battaglia 472 Totale risorse perse nello scontro 7.520
Inviati: a 27.11.06 alle 22:01:01 ore Attaccante (Romano) Mephy dal villaggio Sirrael Truppe 585 => 581 ( 4 ) 120 => 119 ( 1 ) 10 => 10 ( 0 ) 16 => 16 ( 0 ) Info Murata danneggiato dal livello 19 al livello 17 Fornace distrutto Ruba - 9 9 9 5 - 0,1% sul massimo razziabile Difensore (Romano) amelix dal villaggio 01 - SaiWa Truppe 1 => 0 ( 1 ) Attaccante Consumo di grano prima della battaglia 831 dopo la battaglia 826 Risorse perse - 630 560 930 240 - Totale 2.360 Difensore Consumo di grano prima della battaglia 1 dopo la battaglia 0 Risorse perse - 150 160 210 80 - Totale 600 Totale grano consumato prima della battaglia 832 Totale risorse perse nello scontro 2.960 Generato con Combat Report Beautifier v1.4 per Travian.it by MrTiger